Eccezioni

eccezioni

E’ possibile definire un’eccezione come un situazione imprevista che il flusso di un’applicazione può incontrare. È possibile gestire un’eccezione in Java, imparando ad utilizzare cinque semplici parole chiavi:

try, catch, finally, throwe throws

Sarà anche possibile creare eccezioni personalizzate e decidere non solo come, ma anche in quale parte del codice gestirle, grazie ad un meccanismo di propagazione estremamente potente. Questo concetto è implementato nella libreria Java mediante la classe Exception.

Si hanno due categorie di eccezioni:

Eccezioni controllate (checked)

Sono dovute a eventi che si verificano esternamente al software (esempio l’accesso ad un file inesistente). Si chiamano controllate in quanto il compilatore verifica che vengano indicate e intercettate nel nostro software. Se non vengono indicate, avremo degli errori di compilazione.

Eccezioni non controllate (unchecked)

Sono dovute al codice scritto nel nostro programma e in linea teorica potrebbero essere evitate. Rappresentano i «famosi» bug software.  Queste eccezioni non vengono verificate dal compilatore e possono accadere solo durante l’esecuzione del programma.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Commenti recenti

Working Hours

  • Monday9am - 6pm
  • Tuesday9am - 6pm
  • Wednesday9am - 6pm
  • Thursday9am - 6pm
  • Friday9am - 6pm
  • SaturdayClosed
  • SundayClosed
Latest Posts

Teachers

Facebook
Twitter
LinkedIn
Contatti

Commenti recenti

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: